Freddo gelido nella rifinitura al “Bertoni”. Mister Maddaloni: “Una settimana di forte impatto”

Freddo gelido nella rifinitura al “Bertoni”. Mister Maddaloni: “Una settimana di forte impatto”

Il Siena ha terminato questa mattina al Centro sportivo “Bertoni” dell’Acquacalda la preparazione in vista della sfida con il Pontedera (in programma domani alle 17.30 allo stadio “Artemio Franchi”). Rifinitura intensa guidata dall’allenatore Massimiliano Maddaloni che dopo un energico riscaldamento per far fronte al freddo graffiante ha fatto svolgere una seduta tattica con focus di reparto e ripasso di fasi strategiche da utilizzare in partita. La squadra ha poi lavorato su calci piazzati, palle inattive ed esercizi di rapidità. A conclusione dell’allenamento si è svolta la consueta partitella a campo ridotto e scarico muscolare. Negli spogliatoi, ad accogliere i calciatori come premio finale, un caldissimo tè verde preparato dal mitico Ezio Targi mentre fuori dal campo una delegazione degli Ultras ha portato il proprio accorato sostegno alla squadra incitandoli a tornare alla vittoria.

Lavoro differenziato per Bianchi, Caccavallo, Conti, Varela e Meli.

Al termine della seduta di stamani, mister Maddaloni ha presentato la sfida contro il Pontedera: “E’ una partita difficile, lo sappiamo. Ma questa settimana – ha detto il tecnico – ci siamo concentrati soprattutto su noi stessi anziché focalizzare tutte le attenzioni sui nostri avversari. Sono stati giorni di lavoro intensi, di forte impatto in cui abbiamo voluto analizzare attentamente ciò che è successo nelle ultime tre sconfitte. Noi – ha sottolineato ancora Maddaloni – siamo consapevoli delle nostre forze e dobbiamo ripartire dai primi 70 minuti di Ancona, cercando di cancellare e non ripetere mai più le amnesie e gli errori fatti nei venti minuti finali dell’ultima gara. Noi ci stiamo mettendo il massimo per tornare alla vittoria, per cercare di uscire da questa situazione e mi sento tranquillo sulla convinzione e l’unità del gruppo che è pronto a battersi fino alla fine per tornare a gioire e fare felici i nostri tifosi. La situazione legata agli infortuni non ci sta agevolando, del resto fino ad oggi il nostro vero problema non è stato l’avversario, ma tutta un’altra serie di situazioni. Sono convinto che il giorno in cui verremo fuori da questo momento, la nostra squadra migliorerà e crescerà costantemente. Chiedo la vicinanza di tutti” ha concluso mister Maddaloni.